portale internet  di informazione e promozione delle aziende vinicole italiane

 
 

RICERCA  NEL  PORTALE

Homepage
Indice Campania

FIANO DI AVELLINO DOCG
ANNATA 2000

-BIT di MILANO ISTITUTO CULTURA DEL VINO per FIANO di AVELLINO 2000 D.O.C.;
-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2002", per il Fiano di Avellino 2000 punteggio 14;
-ERSAC, Selezione dei Vini Campani anno 2002, Diploma di Merito conferito al FIANO DI AVELLINO DOC 2000;
ANNATA 2001

-DOUJA D'OR di ASTI, 30° Concorso Nazionale vini D.O.C. e D.O.C.G. Medaglia per miglior FIANO di AVELLINO 2001 D.O.C.;
-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2003", per il FIANO DI AVELLINO 2001 punteggio 14.5;
-ERSAC, FIANO DI AVELLINO DOC 2001, DIPLOMA con MEDAGLIA TRA I VINI BIANCHI SECCHI DOC premiati nel 2001 alla selezione "VINI CAMPANI 2002";
ANNATA 2002

-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2004", per il FIANO DI AVELLINO 2002 punteggio 15;
ANNATA 2003

-FIANO DI AVELLINO DOCG 2003, DIPLOMA DI MERITO E DISTINZIONE CAMPANIA FELIX con MEDAGLIA TRA I VINI BIANCHI SECCHI DOCG premiati nel 2004 alla selezione "VINI CAMPANI 2004";
-13° CONCORSO INTERNAZIONALE VINI DI MONTAGNA svoltosi a COURMAYEUR giugno 2004 DIPLOMA D'ONORE AL VINO FIANO DI AVELLINO D.O.C.G. 2003;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2005" per FIANO DI AVELLINO D.O.C.G. 2003 con punteggio 85/100;
ANNATA 2004

-14° CONCORSO INTERNAZIONALE VINI DI MONTAGNA SVOLTOSI A COURMAYEUR giugno 2005 DIPLOMA D'ONORE AL VINO FIANO DI AVELLINO D.O.C.G. 2004;
-6° SELEZIONE NAZIONALE VINI DA PESCE, Ancona 2005, Diploma di merito al Vino FIANO DI AVELLINO DOCG 2004, categoria Vini bianchi secchi tranquilli DOC e DOCG;
-Valutazione di merito " GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" PER FIANO DI AVELLINO DOCG 2004 con punteggio 85/100;
ANNATA 2005

- BOLLINO DELL'ENOHOBBY" di Gradara 24° Concorso Nazionale per la Concessione della Distinzione per il vino:FIANO DI AVELLINO D.O.C.G. 2005
GRECO DI TUFO
DOCG
ANNATA 2000

-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2002" per GRECO di TUFO D.O.C. 2000 punteggio 14;
ANNATA 2001

-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2003" I° posto per GRECO di TUFO D.O.C. 2001 punteggio 15.5;
-GRECO DI TUFO DOC 2001, DIPLOMA con MEDAGLIA TRA I VINI BIANCHI SECCHI DOC premiati nel 2001 alla selezione "VINI CAMPANI 2002";
ANNATA 2002

-Le guide dell'Espresso "IVINI D'ITALIA 2004" per il Vino GRECO DI TUFO 2002, punteggio 14;
ANNATA 2003

-"5° SELEZIONE NAZIONALE VINI DA PESCE" di Ancona 2004 DIPLOMA DI MERITO AL VINO GRECO DI TUFO DOCG 2003 categoria vini bianchi secchi tranquilli D.O.C. e D.O.C.G.;
-ERSAC, GRECO DI TUFO DOCG 2003, DIPLOMA DI MERITO E DISTINZIONE CAMPANIA FELIX con MEDAGLIA TRA I VINI BIANCHI SECCHI DOCG premiati nel 2004 alla selezione "VINI CAMPANI 2004";
-Valutazione di merito "GUIDA ORO VERONELLI 2005" per GRECO DI TUFO D.O.C.G. 2003 con punteggio 87/100;
ANNATA 2004

-"BOLLINO DELL'ENOHOBBY" di Gradara 23° Concorso Nazionale per la Concessione delle Distinzioni per il vino: GRECO DI TUFO D.O.C.G. 2004;
-DOUJA D'OR di ASTI, 33° CONCORSO NAZIONALE vini D.O.C. e D.O.C.G. Medaglia per miglior GRECO DI TUFO 2004
-6° SELEZIONE NAZIONALE VINI DA PESCE, per GRECO DI TUFO DOCG 2004,
-14° CONCORSO INTERNAZIONALE VINI DI MONTAGNA SVOLTOSI A COURMAYEUR giugno 2005 DIPLOMA D'ONORE AL VINO GRECO DI TUFO D.O.C.G. 2004;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" PER GRECO DI TUFO DOCG 2004 con punteggio 85/100;
-Valutazione di merito "BREVIARIO DEI VINI 2006" Di Carlo Cambi, PER GRECO DI TUFO DOCG 2004;
ANNATA 2005

-DIPLOMA DI MERITO E DISTINZIONE CAMPANIA FELIX, conferito da ERSAC alla Selezione Dei Vini Campani 2006 al vino GRECO DI TUFO DOCG 2005;
-24°concorso nazionale dell’enohobby per 1° posto come vino bianco italiano di1°categoria
-presenza del prodotto all’ENOTECA ITALIANA DI SIENA
TAURASI
DOCG
ANNATA 1998

-DOUJA D'OR di ASTI, 30° Concorso Nazionale vini D.O.C. e D.O.C.G. Medaglia TAURASI 1998 D.O.C.G.;
-TAURASI D.O.C.G. 1998 unico in CAMPANIA ad essere richiesto al Parlamento Europeo di Strasburgo 24 - 25 Settembre 2002;
-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2003 per TAURASI DOCG 1998;
-ERSAC, TAURASI DOCG 1998 DIPLOMA con MEDAGLIA tra i VINI ROSSI SECCHI DOCG alla SELEZIONE DEI "VINI CAMPANI 2002".
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2005" RISERVA TAURASI D.O.C.G. 1998;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" per RISERVA TAURASI DOCG 1998 con punteggio 89/100;
ANNATA 1999

-"BOLLINO DELL'ENOHOBBY" di Gradara 22° Concorso Nazionale per la Concessione delle Distinzioni per il vino: TAURASI 1999 D.O.C.G.;
-TAURASI 1999 DOCG DIPLOMA con MEDAGLIA tra i VINI ROSSI SECCHI DOCG prodotti nel 2003 e annate precedenti alla SELEZIONE DEI "VINI CAMPANI 2004";
-13° CONCORSO INTERNAZIONALE VINI DI MONTAGNA svoltosi a COURMAYEUR giugno 2004 DIPLOMA D'ONORE AL VINO TAURASI D.O.C.G. 1999;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO VINI DI VERONELLI 2005" per TAURASI DOCG 1999 con punteggio 87/100;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" per TAURASI DOCG 1999 punteggio 89/100;
-Menzione vini consigliati da “PORTHOS 2006” per TAURASI DOCG 1999;
-Valutazione come miglior vino della degustazione da “PORTHOS 2006” per Taurasi DOCG 1999;
-Medaglia d’oro al 26° Concorso dell’ASSOCIAZIONE BANCO D’ASSAGGIO DEI VINI D’ITALIA Torgiano (PG) 2006 per il vino TAURASI DOCG 1999 classificato fra i primi cinque per la categoria dei vini rossi secchi DOCG dal quarto anno di vendemmia in poi;
ANNATA 2000

-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" per TAURASI DOCG 2000 con punteggio 88/100;
-14° Concorso Enologico Internazionale, VINITALY 2006: "DIPLOMA DI GRAN MENZIONE".
-BOLLINO DELL'ENOHOBBY" di Gradara 24° Concorso Nazionale per la Concessine della Distinzione per il vino TAURASI D.O.C.G. 2000;
- Presenza del vino TAURASI DOCG 2000 all’Enoteca Italiana di Siena;
-DIPLOMA DI MERITO E DISTINZIONE CAMPANIA FELIX conferito da ERSAC per Selezione dei Vini Campani 2006 al Vino TAURASI DOCG 2000;
SANNIO FALANGHINA

ANNATA 2003

-"BOLLINO ENOHOBBY" di Gradara 22° Concorso Nazionale per la Concessione delle Distinzioni per i vini: SANNIO FALANGHINA D.O.C. 2003;
-SANNIO FALANGHINA DOC 2003, DIPLOMA con MEDAGLIA TRA I VINI BIANCHI SECCHI DOCG premiati nel 2004 alla selezione "VINI CAMPANI 2004";
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2005" per SANNIO FALANGHINA D.O.C. 2003 con punteggio 86/100;
ANNATA 2004

-6° SELEZIONE NAZIONALE VINI DA PESCE per FALANGHINA SANNIO DOC 2004;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" per il Vino SANNIO FALANGHINA 2004 con punteggio 83/100;
ANNATA 2005

-DIPLOMA DI MERITO E DISTINZIONE CAMPANIA FELIX conferito da ERSAC per Selezione dei Vini Campani 2006 al Vino SANNIO FALANGHINA DOC 2005
PRINCIPE AGLIANICO

ANNATA 2002

-PREMIO 2005 E.R.S.A.C. NAPOLI PER IL PRINCIPE AGLIANICO D'IRPINIA IGT 2002;
-Valutazione di merito "GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2006" per il Vino PRINCIPE IRPINIA AGLIANICO 2002 con punteggio 88/100;
-DIPLOMA DI GRAN ROSSO DEL SUD" da I VINI ROSSI da Uve Autoctone del Sud -Ersac- per PRINCIPE AGLIANICO D'IRPINIA IGT 2002
IRPINIA AGLIANICO

ANNATA 2000

-XXVIII° Edizione Vinestate 2002, Torrecuso 2002. PREMIO AURICULUS REX conferito per il Vino AGLIANICO 2000, con punteggio superiore a 80/100 alla Selezione Regionale di Napoli.
ANNATA 2001

-Premio AGLIANICO 2001 E.R.S.A.C. (NAPOLI) unico espositore migliore;
CODA DI VOLPE

ANNATA 2001

-Le guide dell'Espresso "I VINI D'ITALIA 2003" per la Coda di Volpe 2001;
AGLUCUS
ANNATA 2003

-Premio 2005 dell'E.R.S.A.C. (NAPOLI) per AGLUCUS IRPINIA AGLIANICO IGT 2003;
-45° Concorso enologico nazionale 2006, premio"Città di Pramaggiore" massimo punteggio tra i vini campani;
-DIPLOMA DI GRAN ROSSO DEL SUD da I Vini Rossi da Uve Autoctone del Sud -Ersac- per l'AGLUCUS IRPINIA AGLIANICO IGT 2003;
- DIPLOMA DI MERITO E DISTINZIONE CAMPANIA FELIX conferito da ERSAC per Selezione dei VINI Campani 2006 al Vino AGLUCUS IRPINIA AGLIANICO IGT 2003;
PRESENZA SU GUIDE SPECIALIZZATE ANNO 2007
- CARLO CAMBI - GAMBERO ROSSO: “I VINI D’ITALIA”
- LUCA MARONI: “GUIDA DEI VINI DI LUCA MARONI”
- GUIDA L’ESPRESSO: “I VINI D’ITALIA LE GUIDE DELL’ESPRESSO”
- VERONELLI: “I VINI DI VERONELLI GUIDA ORO”
- PIGNATARO: “I VINI DELLA CAMPANIA DI LUCIANO PIGNATARO”
- PORTHOS: “RIVISTA PORTHOS”

Cantine Colle di San Domenico srl
Via Ofantina km. 7.500
83040 CHIUSANO DI SAN DOMENICO (Avellino)
 Tel. 0825 985423  0825 39554 - Fax 0825 985423

sito internet    www.cantinecolledisandomenico.it
email
  
info@cantinecolledisandomenico.it

L'azienda

L'Azienda "Cantine Colle di San Domenico" nasce in un territorio ricco di storia; dove per secoli si sono incrociati riti e tradizioni, cultura classica e cultura ontadina, nobiltà e moti popolari.
E’ un'azienda giovane, ha iniziato a produrre vino nel 1998 ed è situata nel cuore di Chiusano San Domenico (AV), producendo i vini migliori dell'area irpina. Sono sei le unità operative che costituiscono il personale dipendente. L'azienda è sorta dall'iniziativa di due soci (giovani) che puntano da sempre alla qualità. Violano Andrea attuale presidente e D'Alelio Tiziana, coordinati impeccabilmente dal Dr. Gerardo Violano direttore marketing, che chiarisce le strategie di mercato utilizzate per rendere il prodotto competitivo. "Al fine di ottimizzare il Taurasi ha realizzato una fitta collaborazione con un Equipe di tecnici specializzati e ha fornito l'azienda di macchinari tecnologicamente avanzati".
La particolare collocazione geografica di Chiusano San Domenico, pone questa località al crocevia di una delle più interessanti realtà enologiche della Campania, al centro cioè di quel limitato comprensorio dove i vigneti raggiungono l'espressione più alta in fatto di qualità. E se nell'atto di produrre un vino, l'uomo si avvale di un elemento della natura che trasforma in qualcosa di nuovo e senza uguali come in un'opera d'arte, era naturale cercare di produrre qui una piccola opera d'arte, nel rispetto di quella sana e genuina tradizione contadina, frutto di antiche esperienze tramandate di generazione in generazione. Con queste motivazioni l'Azienda "Cantine Colle di San Domenico" non poteva non prescindere da una puntigliosa ricerca della qualità che unisse tutte le fasi lavorative; dalle tecniche agricole, alla rigorosa scelta delle uve, alle tecniche enologiche arricchite da queste dai moderni trattamenti di produzione che tendono ad esaltare ancor più la qualità intrinseca dei vini, a quelle della conservazione del prodotto. Il diretto controllo dei nostri specialisti su tutti i processi produttivi garantisce inoltre una costante qualità nel tempo, ponendo i nostri vini tra i protagonisti della raffinata tavola moderna.
L'azienda presenta una ricca attività di esportazione. Spagna, Inghilterra, Germania, Stati Uniti (New York) e l'Italia intera sono i mercati di riferimento. Inoltre, in seguito ad un incontro avuto con il Dr. Gerardo Violano, un nuovo sbocco per il mercato dell'azienda è il Cile, dove la novità è nata dopo una visita avuta in azienda da un gruppo di industriali cileni, che dopo aver degustato le varie tipologie, hanno dimostrato un interesse per le tecniche di produzione del Piano barricato, ossia affinato in Barriques di Rovere Francese.

La produzione

Taurasi Riserva D.O.C.G.
Vitigno di grande tradizione, l'Aglianico è il più nobile ed importante vitigno del sud. Presente in una fascia appenninica che guarda 3 mari, il Tirreno, lo Jonio e l'Adriatico, rappresenta una matrice ubicante dei grandi rossi meridionali e si colloca tra i migliori vitigni rossi italiani.

 

Taurasi D.O.C.G.
Vitigno di grande tradizione, l'Aglianico è il più nobile ed importante vitigno del sud. Presente in una fascia appenninica che guarda 3 mari, il Tirreno, lo Jonio e l'Adriatico, rappresenta una matrice ubicante dei grandi rossi meridionali e si colloca tra i migliori vitigni rossi italiani.

Fiano di Avellino D.O.C.G.
Antico vitigno di epoca romana, il Fiano era detto "Latino" per distinguerlo dai vitigni di origine greca. E' un vitigno vigoroso che prospera bene nei terreni di origine vulcanica come in quelli argillosi. Le prime testimonianze certe della sua esistenza risalgono al XII secolo, quando il nobile vitigno del Fiano desta l'interesse di Federico II di Svevia, ne ordina l'acquisto e di Carlo D'Angiò che ne fa spedire 16000 viti a Manfredonia per l'istallazione di una vigna reale.

 

Greco di Tufo D.O.C.G.
Il Greco di Tufo il più nobile dei vigneti bianchi meridionali. Vitigno antichissimo originario, secondo Aristotele, della Tessaglia è identificato da Plinio come "Aminea gemina" per la forma caratteristica dei grappoli che si diramano gemelli dallo stesso raspo. Il sito di Tufo è da secoli luogo di elezione per la coltivazione del Greco in virtù delle straordinarie caratteristiche del suo terreno.

Irpinia Aglianico D.O.C.
L’Aglianico che discende dalla “Vitis Hellenica”, vino rosso di eccezionale personalità, le cui terre di raccolta “Campi Taurasini” si collocano in quel soleggiato, fecondo intreccio di colline che guardano e degradano sulle medie valli del Calore e del Sabato, fiumi mitici d’Irpinia, si ottiene con spremitura soffice e fermentazione dei mosti in tini d’acciaio a temperatura rigidamente controllata, per esaltarne il profumo ed il bouquet.
Il gusto pieno, autoritario, forte, deciso che si scandisce nell’irripetibile citazione di stile di un vino.

Irpinia Coda di Volpe D.O.C.
La nostra Azienda dopo un’attenta ed accurata selezione dell’uva,
proveniente dai siti collinari dei Comuni Irpini, vinifica e fermenta
i mosti in tini d’acciaio a temperatura rigidamente controllata,
per esaltarne il profumo ed il bouquet.
L’”Irpinia Coda di Volpe” si presenta di un bel colore giallo dorato,
con profumo intenso ed elegante di media persistenza.

Falanghina del Sannio D.O.C. Vendemmia tardiva
Coltivate fin dall'antichità, la Falanghina si ottiene dai vigneti coltivati sui terreni collinari argillosi, calcarei, soleggiati che garantiscono un vino di alta qualità.

Principe Aglianico D'irpinia I.G.T.
Un vino rosso di grande personalità ricavato dalla vinificazione delle uve di aglianico dei campi Taurasini soleggiati e fecondi.

Aglucus I.G.T.
Aglucus è il frutto di un vigneto settantenario sopravvissuto alla filossera che, negli anni 50, distrusse quasi tutti i vigneti europei.
La particolare origine di questo aglianico  spiega l'esiguità del numero delle bottiglie.

Campania Aglianico I.G.T.
Dal colore rosso rubino intenso, dal profumo corposo ed asciutto,
è un vino particolarmente adatto ad accompagnare piatti tipici
della cucina regionale, in particolare arrosti, cacciagione e formaggi.
Va servito a temperatura ambiente, avendo cura di stappare qualche
tempo prima, per apprezzarne maggiormente l’aroma ed il gusto.
Va servito stappando la bottiglia almeno un’ora prima d’essere servito
alla temperatura di 18°-20°C.

Falanghina del Beneventano I.G.T.
Coltivata fin dall'antichità classica, la "Falanghina" si ottiene esclusivamente da uve provenienti da vitigni specializzati, dove l'esposizione del terreno, il soleggiamento ed il microclima garantiscono un prodotto di alta qualità.
La spremitura soffice e la fermentazione dei mosti avviene in tini d'acciaio a temperatura rigidamente controllata, per esaltarne il profumo ed il bouquet
.

Irpinia Bianco I.G.T.
Dal profumo gradevolmente fruttato, questo vino bianco dal colore giallo paglierino con riflessi dorati, ha un sapore asciutto e molto personale. E' particolarmente consigliato per accompagnare piatti leggeri della cucina tipica regionale, con carni bianche e piatti a base di pesce o crostacei. Va servito ad una temperatura di 8°-10°C.

 

Etichette di produzione

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

contatti

 

Adesione al portale

   


 
VINI-ITALIA.IT - OLI-ITALIA.IT  TIPICODITALIA.IT - DORMIREINITALIA.COM  ISAPORIDISICILIA.COM ART1.IT D0C.IT - D0CG.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

Vini d'Italia Art Advertising non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti